CHI SIAMO
LA NOSTRA STORIA

La Conferenza è nata allo scopo di rappresentare enti, associazioni e gruppi impegnati quotidianamente in esperienze di volontariato nell'ambito della giustizia in generale e più compiutamente all'interno e all'esterno degli istituti penitenziari per affrontare ogni tematica che abbia a che vedere con la realtà della reclusione e dell'esclusione sociale.
La Conferenza si propone di rappresentare un tavolo di confronto per le esperienze e le proposte provenienti dal volontariato che opera in questo settore per offrire un approfondimento delle tematiche e un potenziamento dell'impegno comune:

  • definire l'identità e il ruolo della presenza del volontariato nel suo impegno operativo e nei confronti delle istituzioni affinchè venga riconosciuto come soggetto e non come ammortizzatore sociale, e in modo che il suo contributo progettuale venga considerato nella definizione delle politiche della giustizia;

  • dialogare con le istituzioni, pubbliche e private, per l'obiettivo comune di offrire a soggetti, incorsi in reati, percorsi di reinserimento nella società;

  • collaborare con tutte le realtà presenti sul territorio, pubbliche e private, per potenziare la rete dei servizi allo scopo di intervenire preventivamente in situazioni di esclusione sociale, per supportare le persone in difficoltà nel mondo del lavoro;

  • superare l'attuale frammentazione delle attività di solidarietà promosse in questo settore del volontariato per delineare, nel rispetto dell'autonomia e originalità delle varie realtà associative, una comune strategia di intervento.


SCOPI

La Conferenza ha i seguenti scopi:
  • il confronto e il dialogo tra gli organismi nazionali di volontariato, per promuovere politiche di giustizia, sia sul territorio nazionale che internazionale, e coinvolgere il maggior numero di organismi locali per un confronto ed un dialogo a livello regionale e territoriale;

  • rappresentare gli organismi aderenti, operanti nei diversi settori dell'intervento sociale e volontario nell'ambito della giustizia, nei rapporti con lo Stato, il Governo, le istituzioni pubbliche e private a livello nazionale



STORIA DELLA CONFERENZA NAZIONALE VOLONTARIATO GIUSTIZIA

Alla fine del 1994 nasce il progetto di costituire un tavolo di confronto per tutto il volontariato che opera nel vasto campo della giustizia. Promotori dell'idea il Coordinamento Enti ed Associazioni di Volontariato Penitenziario SEAC, Arci-Ora d'Aria, Caritas Italiana e Fondazione Italiana per il Volontariato.
Nel novembre 1996 si ritrovano a Roma oltre 400 persone in rappresentanza di circa 200 associazioni per la costituente della Conferenza nazionale. L'iniziativa viene presentata all'interno della Casa circondariale di Rebibbia Nuovo Complesso a Roma alla presenza del Ministro di Grazia e Giustizia e dei Direttori generali del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria e dell'Ufficio Centrale giustizia minorile. L'incontro viene seguito con grande interesse dagli operatori del settore, dal mondo del volontariato e dalla stampa nazionale.
In occasione dell'iniziativa viene presentato il volume "Volontariato e Giustizia", edito dalla Fivol e curato dai promotori della Conferenza, per offrire una riflessione sulla portata culturale del volontarialo nel settore della giustizia.
Il 1 giugno 1998, a Roma, avviene la costituzione della "Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia". L'8 giugno 1999 la Conferenza firma un protocollo d'intesa con il Ministero della Giustizia, un fatto storico per tutto il volontariato impegnato nella giustizia.
Il 28 giugno 1999 la Conferenza Nazionale promuove un incontro pubblico a Roma alla presenza del Presidente della Camera dal Titolo: "Mediazione: il contributo del volontariato".
Dal 2 al 4 luglio la Conferenza aderisce all'organizzazione di un seminario di studi a S. Felice del Benaco (BS) sul tema "Il volontariato tra vittime e autori di reato".
Il 18 luglio 2000 il dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria ha emanato la circolare n. 3528/5978 volta a dare piena attuazione al protocollo d'intesa siglato l'anno precedente tra la Conferenza e il Ministero della Giustizia.
Nel mese di settembre 2000 è uscito un volume sulla mediazione penale curato dalla Conferenza dal titolo "Giustizia senza vendetta", edito dalla Fivol.
Il 25 ottobre 2000 alla presenza del Ministro Affari Sociali, del Capo Dipartimento Amministrazione Penitenziaria e Capo Dipartimento Giustizia Minorile, è stato presentato il volume "Non solo carcere", edito dalla Fivol, che raccoglie il materiale dell'indagine nazionale sulle organizzazioni di volontariato operanti nell'ambito della giustizia, ricerca finanziata dall'Osservatorio Nazionale del Volontariato. Dal 10 al 12 novembre 2000, a Terni, si è tenuta la "Seconda assemblea nazionale del volontariato giustizia" che, in un programma fitto di interventi e confronti, ha lanciato la proposta di un "Forum europeo volontariato giustizia".
 

Oggi: 23/09/2014
Risoluzione ottimizzata 1024 x 768
Realizzato da
Roberto La Barbera